L´emicrania può aumentare il rischio di malattie cardiovascolari - Centro Cuore Europeo - Khalil Fattouch

Grazie ad una ricerca pubblicata sul British Medical Journal, si è chiarito il legame tra l’emicrania ed il rischio di malattie cardiovascolari. Gli autori non vogliono allarmare chi soffre di questi mal di testa, ma far capire che l’emicrania possa entrare nei fattori di rischio per questo tipo di malattie. I ricercatori tedeschi e americani, che hanno collaborato a questo studio, hanno analizzato i dati di più di 115.000 donne, già coinvolte nel Nurses’ Health Study II, un’indagine capillare per indagare i tanti fattori che condizionano la salute femminile. All’inizio di questa analisi le donne non avevano problemi cardiovascolari. Tra loro c’erano più di 17.000 persone che soffrivano di emicrania. Nel periodo preso in esame, cioè dal 1989 e il 2011, 1.329 di loro hanno avuto malattie cardiache, mentre 223 sono morte in seguito a questi problemi. Incrociando i dati si è capito che le donne con emicrania avevano più possibilità di sviluppare malattie cardiologiche, come l’infarto e l’angina pectoris. In particolare l’aumento sarebbe piuttosto elevato, intorno al 50 per cento.

" />

L´emicrania può aumentare il rischio di malattie cardiovascolari

Grazie ad una ricerca pubblicata sul British Medical Journal, si è chiarito il legame tra l’emicrania ed il rischio di malattie cardiovascolari. Gli autori non vogliono allarmare chi soffre di questi mal di testa, ma far capire che l’emicrania possa entrare nei fattori di rischio per questo tipo di malattie. I ricercatori tedeschi e americani, che hanno collaborato a questo studio, hanno analizzato i dati di più di 115.000 donne, già coinvolte nel Nurses’ Health Study II, un’indagine capillare per indagare i tanti fattori che condizionano la salute femminile. All’inizio di questa analisi le donne non avevano problemi cardiovascolari. Tra loro c’erano più di 17.000 persone che soffrivano di emicrania. Nel periodo preso in esame, cioè dal 1989 e il 2011, 1.329 di loro hanno avuto malattie cardiache, mentre 223 sono morte in seguito a questi problemi. Incrociando i dati si è capito che le donne con emicrania avevano più possibilità di sviluppare malattie cardiologiche, come l’infarto e l’angina pectoris. In particolare l’aumento sarebbe piuttosto elevato, intorno al 50 per cento.