La coronografia - Centro Cuore Europeo - Khalil Fattouch

La coronografia

Cos'è la coronarografia?
 

La coronarografia, o angiografia coronarica o coronaroventricolografia (CVG), è un esame radiologico invasivo che permette di visualizzare le arterie che portano il sangue al cuore e la presenza di eventuali restringimenti di questi che, impedendo un corretto apporto di sangue al muscolo cardiaco, causano la cosiddetta cardiopatia ischemica, che si manifesta sotto forma di angina pectoris o infarto miocardico.



Quando si esegue questo esame?
 

L'indicazione all'esecuzione di questo esame dev'essere sempre posta da un cardiologo dopo che questi ha attentamente vagliato la situazione clinica del paziente.

La coronarografia è un esame cruento che consiste nell' introdurre, attraverso un’arteria periferica, in anestesia locale, una serie di cateteri che vengono sospinti fino al punto di origine delle coronarie: a questo punto viene iniettato nelle stesse un mezzo di contrasto e si registra un filmato che serve ad evidenziare con precisione la gravità e la localizzazione del restringimenti coronarici.

Da dove nascono e dove si dirigono le arterie coronariche?

Le coronarie prendono origine dall'aorta, il primo e più grosso vaso del corpo umano che appena uscito dal cuore dà origine alle coronarie destra e sinistra: quest'ultima dopo un breve tragitto comune, il tronco cumune, si biforca in interventricolare, o discendente anteriore, e arteria circonflessa. In base all'interessamento di uno o più di queste tre arterie principali si può parlare di malattia mono-, bi- o trivascolare.

Che rischi si corrono durante la coronarografia?

Questa metodica, attualmente di utilizzo abbastanza comune nello studio di questa malattia, presenta, proprio come altre di tipo angiografico, dei rischi che vanno valutati nel rapporto costo-beneficio per ogni singolo paziente. La maggior parte del rischio è relativo a possibili reazioni allergiche alla sostanza (mezzo di contrasto) che viene iniettata per visualizzare i vasi. Minori, seppur presenti, sono invece i rischi legati al possibile scatenamento dell'ischemia.

E' importante sottolineare che non si tratta di manovre dolorose.
 

Perchè si esegue una coronarografia?

Scopo della coronarografia è quello di valutare se le eventuali lesioni e la funzione cardiaca sono adeguate, in modo da ottenere un beneficio da interventi chirurgici o parachirurgici ("bypass aortocoronarico" e "angioplastica")